Inaugurato il Percorso Culturale del Cotto presso lo stabilimento di Il Ferrone

di , novembre 17, 2011 2:08 pm

Il FerroneIl Percorso Culturale del Cotto “Conoscere per Creare” è stato ufficialmente inaugurato in occasione della recente visita allo stabilimento produttivo di Il Ferrone da parte di un gruppo di architetti e progettisti, provenienti dal territorio aretino. Un mondo in Cotto.

Un progetto importante pensato e sviluppato a sostegno del Cotto, un passo fondamentale perché il mondo Il Ferrone possa fondersi con quello di architetti, designer, progettisti e rivenditori, confermandosi un punto di riferimento tangibile. Un appuntamento che si ripeterà, previa prenotazione, ogni giovedì.

“Un Percorso inscindibilmente legato alla terra” che si snoda presso lo stabilimento situato nel distretto imprunetino, studiato e realizzato con la massima cura dei dettagli, nella piena consapevolezza di avere fra le mani un tesoro prezioso. Esso consente di entrare in contatto diretto con il processo produttivo e con la realtà aziendale di Il Ferrone, in un momento storico in cui la qualità evidente di questi aspetti diventa un plus valore di distinzione e pregio.

Il primo appuntamento, tenutosi nelle scorse settimane ha visto protagonisti una selezione di professionisti toscani, che sono stati accompagnati in un vero viaggio di Conoscenza all’interno del mondo del Cotto, passando attraverso tutte le fasi che portano al compimento “di una vera opera d’arte”.

Il gruppo, che può essere composto al massimo da dieci persone per poter dare a tutti i tempi e i modi per vivere pienamente l’esperienza, è partito dalla cava, anima antichissima della terracotta imprunetina, per poi essere condotto al deposito dove le argille vengono macinate, stoccate e poi trasportate all’interno dello stabilimento dove sono miscelate con l’acqua fino alla creazione dell’impasto perfetto.

Suggestive le fasi seguenti in cui l’impasto sottovuoto viene spinto attraverso la bocca di estrusione della mattoniera. Il cotto prende, così, forma per proseguire  il suo cammino verso gli essiccatoi, costituiti da celle con azione combinata di calore e ventilazione. Scrupolose le operazioni di rettifica, di spianatura superficiale e rusticatura. Impressionante l’imponenza dei forni a tunnel alimentati a metano che portano alla cottura delle mattonelle.

Nessuno stadio produttivo viene celato, l’abilità manuale e l’efficienza tecnica sono, così, messi in risalto. I partecipanti hanno potuto osservare la cura e l’attenzione con cui ogni singolo pezzo viene misurato e controllato nelle sue caratteristiche estetiche e tecniche per assicurare i massimi livelli di eccellenza e distinzione di cui Il Ferrone è da sempre un simbolo in tutto il mondo.

Vivo l’interesse manifestato dal gruppo, con domande e richieste di approfondimenti che hanno consentito un proficuo scambio su cosa vuol dire progettare e costruire in cotto nel rispetto e nella tutela dell’ambiente che ci circonda, ponendo l’accento su tutti gli accorgimenti gestionali e produttivi che permettono a Il Ferrone di dichiarare con orgoglio e soddisfazione che il cotto, oltre ad essere un materiale di pregio eleganza e distinzione è anche ecosostenibile e naturale.

Un percorso decisamente interessante e qualificante al punto che c’è stata una dichiarazione unanime: “Non pensavamo che il cotto avesse un processo produttivo così complicato”. Per ringraziare gli intervenuti non è mancata una degustazione di vini del Chianti presso una nota Cantina.

Una ventata di originalità, freschezza e vivacità commerciale dalla quale non è possibile non sentirsi cullati e affascinati, proprio per questo Il Ferrone, previo appuntamento, darà a tutti i professionisti del settore l’opportunità di compiere questo viaggio nella scoperta, che avrà la grande capacità di sorprendere e, perché no, l’ambizione di istruire.

Bookmark and Share:

Il Ferrone Abitare in Cotto - Via Provinciale Chiantigiana, 36 50022 Greve in Chianti Firenze (Italia) - tel: 055 85901 - email: info@ilferrone.it - crediti